News
Home / Diario / 17 – 25 agosto 2017 Viaggio in Armenia – "Shamanic Walking" con Devana e Maria Daniela Trentini

17 – 25 agosto 2017 Viaggio in Armenia – "Shamanic Walking" con Devana e Maria Daniela Trentini

Armenia2 L’Armenia, nel panorama turistico internazionale, è conosciuta prevalentemente per il suo prezioso patrimonio di edifici religiosi, conservato per secoli, grazie alla profonda e incrollabile fede cristiana del suo popolo.
Con il presente pacchetto/programma, Original Armenia si propone lo scopo di mostrare il territorio – e la civiltà che su di esso si è evoluta e consolidata – sotto un diverso punto di vista: già alcuni millenni prima dell’era cristiana, nel periodo neolitico, qui vivevano in pace popolazioni evolute e sagge, che adoravano la “Dea“.
Di tale “religione”, in Armenia, sono rimaste tante testimonianze, che vale la pena di scoprire: siti neolitici ancora intatti e liberamente praticabili; aree cerimoniali risalenti a un periodo compreso tra l’8.000 e il 4.000 a.C., in cui – secondo le evidenze che emergono dagli scavi archeologici nelle grotte, dai siti megalitici e dai meravigliosi reperti in ceramica esposti al Museo Storico Nazionale di Yerevan – fiorì l’antica “civiltà matrifocale”, incentrata sul culto della Dea. Queste società erano pacifiche, non avevano armi né fortificazioni, in quanto il loro sistema di vita era basato sulla condivisione e sulla circolarità, anziché sul possesso e sulla gerarchia.
Oggi, in un’era in cui molto si parla di ritorno agli antichi culti pagani matrifocali, un viaggio sciamanico in Armenia nella zona compresa tra Yerevan e Sisian consente di vivere l’emozione e sperimentare l’energia di quell’epoca saggia e pacifica, nei luoghi intatti in cui si manifestò.
A tutto ciò si deve aggiungere che il programma prevede ogni giorno un cammino a piedi – di differente lunghezza – ideato per entrare meglio in sintonia con la natura circostante e meditare in silenzio.
Guida spirituale è Devana, sciamana, viaggiatrice e scrittrice. Da 35 anni Devana studia e da 15 viaggia in tutto il pianeta, sperimentando i siti sacri, fotografando caverne e megaliti, incontrando popolazioni native e riportando informazioni sulle origini dell’umanità attraverso un processo di risveglio delle memorie cellulari che lei attiva col canto sacro e l’immersione nelle acque dei siti stessi. Il viaggio di seguito proposto, dunque, prevede la visita nei siti megalitici dell’antica cultura della Dea e cerimonie sciamaniche, spiegate e guidate.
Guida per i percorsi a piedi è Maria Daniela Trentini scrittrice, insegnante (stretching emozionale), Naturopata, Operatrice Shiatsu, sportiva nordicwalker.
Il presente pacchetto viene effettuato in collaborazione con AICS – Ente di Promozione Sportiva e Culturale. 

Armenia1

PROGRAMMA VIAGGIO “SHAMANIC WALKING” IN ARMENIA.

VIAGGIO SHAMANIC WALKING IN ARMENIA

(Con Devana e Maria Daniela Trentini)

L’Armenia, nel panorama turistico internazionale, è conosciuta prevalentemente per il suo prezioso patrimonio di edifici religiosi, conservato per secoli, grazie alla profonda e incrollabile fede cristiana del suo popolo.

Con il presente pacchetto/programma, Original Armenia si propone lo scopo di mostrare il territorio – e la civiltà che su di esso si è evoluta e consolidata – sotto un diverso punto di vista: già alcuni millenni prima dell’era cristiana, nel periodo neolitico, qui vivevano in pace popolazioni evolute e sagge, che adoravano la “Dea”.

Di tale “religione”, in Armenia, sono rimaste tante testimonianze, che vale la pena di scoprire: siti neolitici ancora intatti e liberamente praticabili; aree cerimoniali risalenti a un periodo compreso tra l’8.000 e il 4.000 a.C., in cui – secondo le evidenze che emergono dagli scavi archeologici nelle grotte, dai siti megalitici e dai meravigliosi reperti in ceramica esposti al Museo Storico Nazionale di Yerevan – fiorì l’antica “civiltà matrifocale”, incentrata sul culto della Dea. Queste società erano pacifiche, non avevano armi né fortificazioni, in quanto il loro sistema di vita era basato sulla condivisione e sulla circolarità, anziché sul possesso e sulla gerarchia.

Oggi, in un’era in cui molto si parla di ritorno agli antichi culti pagani matrifocali, un viaggio sciamanico in Armenia nella zona compresa tra Yerevan e Sisian consente di vivere l’emozione e sperimentare l’energia di quell’epoca saggia e pacifica, nei luoghi intatti in cui si manifestò.

A tutto ciò si deve aggiungere che il programma prevede ogni giorno un cammino a piedi – di differente lunghezza – ideato per entrare meglio in sintonia con la natura circostante e meditare in silenzio.

Guida spirituale è Devana, sciamana, viaggiatrice e scrittrice. Da 35 anni Devana studia e da 15 viaggia in tutto il pianeta, sperimentando i siti sacri, fotografando caverne e megaliti, incontrando popolazioni native e riportando informazioni sulle origini dell’umanità attraverso un processo di risveglio delle memorie cellulari che lei attiva col canto sacro e l’immersione nelle acque dei siti stessi. Il viaggio di seguito proposto, dunque, prevede la visita nei siti megalitici dell’antica cultura della Dea e cerimonie sciamaniche, spiegate e guidate.

Guida per i percorsi a piedi è Maria Daniela Trentini scrittrice, insegnante (stretching emozionale), naturopata, operatrice Shiatsu, sportiva nordicwalker.

 Il presente pacchetto viene effettuato in collaborazione con AICS – Ente di Promozione Sportiva e Culturale.

Programma/Itinerario

Le date di effettuazione del presente viaggio sono:

Partenza: 17 agosto 2017

Ritorno: 25 agosto 2017

Tali date possono subire variazioni in base alle disponibilità dei voli aerei.

(9 giorni / 8 notti – solo servizi a terra)

1° GIORNO: Partenza dall’Italia

Partenza dall’Italia secondo l’operativo voli (aeroporto di partenza, Compagnia aerea e orari da fissare in seguito). Se l’arrivo è previsto a Yerevan di sera, trasferimento in albergo e pernottamento.

2° GIORNO: Yerevan city tour

(Se l’arrivo è previsto di primo mattino, trasferimento dall’aeroporto di Yerevan all’albergo. Dopo alcune ore di riposo e dopo colazione) Cenni sulla civiltà della Dea e sullo sciamanismo con Devana.

A seguire, visita al Museo di Storia Nazionale per collegarsi all’energia delle antiche società matrifocali, attraverso il contatto visivo con i reperti in ceramica ricchi di simboli dell’antica spiritualità femminina – vasi, fregi simbolici, statuette femminili – e meditazione davanti alle anfore. Pranzo.

Nel pomeriggio visita a piedi al Matenadaran, la più vasta biblioteca-museo del mondo (17.000 manoscritti e oltre 100.000 documenti in oltre 2.000 lingue), per quanto riguarda la cultura armena. Cena e pernottamento.

3° GIORNO: Yerevan – Metsamor – Agarak – Amberd – Byurakan

Di buon mattino, dopo colazione, partenza per Metsamor, sito neolitico nel quale è ancora visibile un insediamento abitativo con forno e area cerimoniale per i riti domestici: cerimonia di offerta di fiori alla Dea. Pranzo.

Proseguimento per l’area cerimoniale di Agarak – situata tra le sacre montagne Ararat, Aragats e Ara – dedicata alla purificazione, con vasche scavate nel tufo e coppelle: cerimonia in cerchio, con canti e tamburo: offerte di pane lavash alla Terra.

A seguire, cammino in altura sulla Amberd Rd., fino alla fortezza di Am, dalla quale si gode di un panorama eccezionale (circa km 6, sola andata; avendo la vettura a disposizione, si può percorrere, tuttavia, il tratto che si vuole, anche sulla via di ritorno).

Rientro a Byurakan, dove si assisterà alla preparazione, da parte delle donne, del tradizionale pane lavash, cotto nel forno d’argilla interrato, a riverbero, chiamato tonir. Cena rituale, con ortaggi vari, formaggio biologico e diverse pietanze tipiche. Pernottamento in alloggio locale.

4° GIORNO: Byurakan – Areni – Noravank – Sisian

Dopo colazione, partenza verso sud/est per Sisian. Lungo la strada sosta ad Areni (ci troviamo nella regione vitivinicola armena) per visitare l’isolata chiesa, progettata dal grande architetto e scultore medievale Momik; trekking (circa km 10) per giungere al Monastero di Noravank, capolavoro artistico e canto del cigno dello stesso grande Momik. La costruzione più antica del complesso risale al IX – X secolo e purtroppo non ha resistito al tempo ed all’incuria umana. Si è conservata la chiesa principale di San Karapet costruita nel 1227 con il nartece che ha due timpani particolarissimi e di struggente bellezza. Dopo la visita, pranzo.

Nel pomeriggio, discesa in autovettura, nella gola del Fiume Amaghu, che presenta delle alte pareti a strapiombo sulla strada di fondovalle, di un bellissimo color rosso mattone, che cambia al mutare dell’intensità della luce: ingresso nella caverna che fu un’area cerimoniale datata tra il 6° e il 4° millennio a.C.: le offerte votive e i resti ossei trovati, fanno pensare che si tratti di un sito funerario dell’antica civiltà matrifocale, dedicato alla rigenerazione. Canto in grotta e connessione con il “passaggio” oltre la soglia.

Proseguimento per Sisian, arrivo nella casa per gruppi, sistemazione, cena e pernottamento.

5° GIORNO: Sisian – Karahunj – Uz (pozza d’acqua termale) – Sisian

Dopo colazione, processione a piedi verso Karahunj (4 km), tempio megalitico della “Dea Uccello”, risalente probabilmente all’8° millennio a.C. e dedicato ai riti di rigenerazione. Il termine Karahunj nel linguaggio locale significa “voce delle pietre”. Cerimonia di incontro con la Dea e offerte alla Terra. Pranzo al sacco.

Tempo libero per passeggiare e meditare in silenzio tra i monoliti. Cammino per arrivare alla sorgente calda ed alla relativa pozza d’acqua termale: cerimonia d’immersione consapevole nell’acqua (Km 7,5 solo andata da Karahunj). Al tramonto, sempre a Karahunj, canti con tamburo e meditazione all’Ovest, la direzione della rinascita.

Cena e pernottamento a Sisian.

6° GIORNO: Sisian – Ukhtasar – Sisian

Dopo colazione, partenza in fuoristrada per Ukhtasar, montagna ricca di petroglifi sciamanici risalenti al 5° millennio a.C. Da sempre gli sciamani compiono viaggi astrali utilizzando sostanze psicotrope estratte da funghi e radici, contenenti dimetiltriptamina. Secondo la tesi di Graham Hancock i pittogrammi preistorici furono incisi da sciamani sotto l’effetto di tali sostanze, che lasciarono testimonianza di ciò che vedevano “oltre la soglia”. Cerimonia di “ricerca della visione”. Pranzo al sacco.

Tempo libero per collegarsi in autonomia con la natura circostante; passeggiate nei dintorni (chilometraggio/ore da stabilire al momento), canti e danze ai bordi del laghetto vulcanico, nei pressi della vetta. Rientro a Sisian. Cena e pernottamento.

7° GIORNO: Sisian – Shaki – Khndzoresk – Sisian

Dopo colazione, breve passeggiata fino alla cascata Shaki, con rito di purificazione nell’acqua, danze in cerchio in onore e in preparazione all’incontro con lo Spirito Guardiano. Escursione (facoltativa) alla vicina montagna che presenta un’estesa formazione geologica di basalto detta a “canne d’organo”.

A seguire, partenza per Khndzoresk, villaggio troglodita scavato nella roccia. Esperienza nelle grotte, che anticamente (e fino a meno di cento anni fa) erano gli alloggi degli abitanti, confortevoli e asciutte. Passeggiata in silenzio tra i “camini delle fate” armeni. Cerimonia di riconnessione alla roccia.

Pranzo al sacco. Tempo libero per collegarsi energeticamente; trekking di circa 10 km per riprendere l’autovettura e ritornare a Sisian. Cena. Accensione del Sacro Fuoco rituale. Pernottamento.

8° GIORNO: Sisian – Gndevank – Yerevan

Dopo colazione, partenza per Yerevan e lungo il percorso, digressione verso la cittadina di Jermuk: cammino di 8/10 km per visitare il monastero di Gndevank. Dopo la visita si risale la parete del canyon fino al villaggio di Gndevaz e si continua in autovettura: pranzo.

Nel pomeriggio si viaggia verso Yerevan; all’arrivo visita alla Cascade, singolare parco cittadino, e alla Venere di Botero, scultura in bronzo, sistemata nei giardini antistanti la scalinata. Cerimonia (discreta) di saluto alla Dea Madre nel suo aspetto di abbondanza e di gioia. “Cena d’arrivederci” e pernottamento.
9° GIORNO: trasferimento in aeroporto per il viaggio di rientro In Italia.

Scheda tecnico/informativa

Il presente “pacchetto” prevede servizi per 9 giorni / 8 notti. Pernottamenti in strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, con sistemazione in camere doppie/multiple e trattamento di pensione completa. (Pernottamenti, colazioni, pranzi e cene).

QUOTE DI PARTECIPAZIONE:

(Per minimo 10 pax)                                                              € 1.040,00 per pax;

(Per minimo 12 pax)                                                              €    990,00 per pax;

La quota comprende: i soli servizi a terra e più precisamente:

Accoglienza in aeroporto;

Trasferimento Zvartnots aeroporto – Yerevan città e viceversa;

Minibus con conducente per gli spostamenti programmati;

Autovetture fuoristrada per l’ascesa al Monte Ukhtasar;

Soggiorno in strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, con sistemazione in camere doppie/multiple e trattamento di pensione completa (pernottamenti, colazioni, pranzi e cene);

Accompagnatore locale per il servizio d’interpretariato e per ogni questione logistica;

Visite guidate ai siti neolitici e guida alle cerimonie sciamaniche in situ, effettuate da Devana – sciamana, studiosa, viaggiatrice e scrittrice;

Cammini condotti da Maria Daniela Trentini, scrittrice, insegnante (stretching emozionale), naturopata, operatrice Shiatsu, sportiva nordicwalker;

Ingressi se e quando dovuti;

Assicurazione AICS – Ente di Promozione Sportiva e Culturale.

La quota non comprende:

Il viaggio aereo e le relative tasse aeroportuali;

Le bevande ai pasti, salvo l’acqua;

Le spese strettamente personali, le eventuali mance e quant’altro non previsto esplicitamente nel precedente paragrafo “La quota comprende”.

Documenti necessari per l’ingresso in Armenia:

Per i turisti provenienti da un Paese facente parte dell’Unione Europea è sufficiente mostrare il proprio passaporto con validità residua in data non anteriore a sei mesi, successivi a quella di “fine-viaggio”. Non è richiesto alcun visto d’entrata e/o di soggiorno (N. B.: Il rilascio del passaporto richiede da uno a tre mesi di tempo – dipende dalle singole Questure).

Le date di effettuazione del presente viaggio sono:

partenza: 17 agosto 2017;

ritorno: 25 agosto 2017.

Tali date possono subire variazioni in base alle disponibilità dei voli aerei

Adesione e pagamento dell’intera quota entro il 15 aprile 2017 in modo da confermare i voli.

Armenia3

Per informazioni:

Maria Daniela Trentini

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,
associata A.P.O.S.
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.nordicwalkingtaoverona.it

www.stretchingemozionale.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO… (Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)

logoaicsnw

Armenia4

Operativo voli AUSTRIAN AIRLINES:

Milano Malpensa – Vienna  OS516  20.00 – 21.30
Vienna – Yerevan Armenia  OS641  22.20 – 3.35

Yerevan Armenia – Vienna  OS642   4.25 – 6.10
Vienna – Milano Malpensa  OS507   8.40 – 10.10

Costo indicativo del biglietto alla data odierna: € 339,56.

Edita

Riguardo a admin

Guarda anche

All’origine del mio/nostro “cammino”…in Armenia come sulla Via Pagana a Compostela della sorella Devana e Rafael Lema Mouzo

…a questo punto del diario di viaggio è necessario sospendere il racconto per capire la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *