Home / Diario / 2 giugno 2015…nel Parco per il "nordic walking"…un nuovo gioiello per il Garda

2 giugno 2015…nel Parco per il "nordic walking"…un nuovo gioiello per il Garda

CartelloneBrenzoneD3L’assessore Formaggioni: «L’obiettivo adesso è ampliare l’offerta di percorsi collaborando anche con i Comuni vicini»

Nordic walking: primo «parco» dedicato sull'alto Garda

Nordic walking: primo «parco» dedicato sull’alto Garda.
«A Brenzone abbiamo appena creato il primo Nordic Walking Park della sponda veronese del lago di Garda». Ad annunciarlo «con grande soddisfazione» è Paolo Formaggioni, consigliere delegato al turismo. «Con il sindaco, Tommaso Bertoncelli che, all’epoca, si occupava di turismo nella precedente amministrazione», ha proseguito Formaggioni, «abbiamo iniziato a lavorare a questo progetto dal gennaio 2014. L’idea ci è venuta grazie a una istruttrice, Daniela Trentini, che proponeva gli itinerari naturali, la sentieristica e le mulattiere del Baldo agli appassionati della camminata con i bastoncini, e aveva scelto proprio il nostro Comune per le sue lezioni». Dopo oltre un anno e mezzo, in questi giorni sul territorio di Brenzone e nelle frazioni sono stati posati cartelli e frecce che indicano i percorsi attraverso la natura, la lunghezza degli stessi e i tragitti.
Nel corso degli anni, sono stati ripuliti e risistemati sentieri e mulattiere, e ora questi fanno parte dei quattro anelli del Nordic Walking Park di Brenzone. «Ben 20 chilometri di camminata con percorsi medio-facili», ha proseguito Formaggioni, «adatti sia ai principianti che a chi pratica già da tempo lo sport. Alla realizzazione hanno collaborato la Pro Loco e l’Associazione Albergatori di Brenzone, e così che i costi sono stati limitati alle sole spese vive per acquistare il materiale e posarlo, appena 5 mila e 500 euro, visto che la pulizia delle strade, dei sentieri e delle mulattiere faceva comunque già parte di specifici progetti della amministrazione comunale».

I quattro percorsi ad anello si snodano, partendo da nord e andando in direzione sud, tra le varie contrade e sono contrassegnati da diversi colori. Il primo è quello rosso: si parte da Assenza, si arriva a Porto, si sale a Castello, si va a Borago e si ritorna ad Assenza.
Il secondo è il blu e va da Porto a Magugnano per salire a Ca’ Romana e poi a Venzo. Da qui si può tornare a giù a Porto. Il terzo percorso, quello arancione, è il più lungo e il più suggestivo: da Magugnano a Castelletto per poi salire a Biaza, arrivare a Campo e poi o proseguire verso Ca’ Romana o ridiscendere verso Magugnano. Infine, il percorso verde parte da Castelletto, passa per Peagne, sale a Salto, arriva a Biaza e fa ritorno a Castelletto.
Ma non è tutto. Il Park «è stato già certificato dalla Scuola Italiana di Nordic Walking, a cui mi sono rivolto per fare sì che tutto il percorso sia ufficialmente riconosciuto», ha proseguito Formaggioni, «perchè il secondo passo che vorremmo portare avanti con l’amministrazione comunale prevede di creare tragitti simili a Malcesine, a Torri e a Prada per fare un unico parco di Nordic Walking, il più grande d’Italia, da 50-60 chilometri. Ovviamente la regia dovrà essere unica ma ciascun paese potrà mantenere la sua specificità e ognuno potrà promuovere, oltre al movimento e al turismo, anche la conoscenza dei propri luoghi di maggiore pregio».
Infatti, lungo il percorso, quando ad esempio la stradina o la mulattiera passa accanto a una chiesa o a un capitello, è posizionato il cartello multilingue che spiega e illustra cosa ci sia in quel punto. «Sarà anche un modo per dare lavoro a persone per 6-8 mesi l’anno», ha chiuso Formaggioni, «visto che vorremmo fare una scuola di Nordic Walking che promuova il territorio e porti in giro le persone sul costone del baldo e nelle nostre contrade di Brenzone»

Gerardo Musuraca
cropped-Brenzone4.jpg2 giugno 2015 – Camminata “itinerante” nel Nordic Walking Park di Brenzone sul Garda…il primo Nordic Walking Park del Lago di Garda!

Il sentiero che percorreremo si snoda tra oliveti secolari, antiche chiese e suggestivi borghi medievali, a ridosso del Lago di Garda e alle pendici del Monte Baldo, nel Comune di Brenzone.

Dai maestosi oliveti che circondano i borghi di Brenzone nasce un ottimo Olio Extra Vergine di Oliva, ricavato rigorosamente da una spremitura a freddo e riconosciuto con il marchio D.O.P. Dai resti di antichi insediamenti, alle numerose chiese medioevali, il territorio di Brenzone si presenta ricco di storia e tradizioni.
Tradizioni che si ritrovano ancora oggi nelle numerosissime feste religioso-popolari che segnano tutto l’arco dell’anno.

Curiosità del luogo e dintorni.

CartelloneBrenzoneD1

CampoCampo, un paese dimenticato sorto sull’antica via di collegamento tra il lago e Verona, ora abbandonato, ma ricco di fascino è abitato solo da pochi innamorati del luogo. Ruderi del castello dell’anno 800, fontane naturali, forre, case in pietra, fascino del tempo andato. Qui è possibile visitare la chiesa dedicata a S.Pietro in Vincoli, con affreschi dell’anno mille; notevole un Cristo in Mandorla nell’abside con alla sua destra un leone che impersona la forza di Venezia.
Lungo la vecchia mulattiera che dal paese di Castelletto porta a Prada, posta in una soleggiata altura ed immersa tra ulivi secolari e rocce, Campo è una piccola contrada diroccata di origine medioevale. Le pittoresche case con antichi volti in pietra, la piccola chiesa di origine romanica, i resti di un castello, ne fanno un fiabesco borgo dove il tempo sembra essersi fermato. L’antica chiesetta del trecento dedicata a S. Pietro in Vincoli e affrescata nei secoli XIII-XIV, completa l’incantevole contesto. Nei pressi si trova la vecchia fontana, da sempre luogo di ristoro durante le escursioni in zona.

CartelloneBrenzoneD2

Brenzone23A Biaza invece possiamo ammirare l’antica chiesetta di Sant’Antonio e le rovine di un castello che fu già dei conti di Brenzone. La chiesa romanica di San Zeno, della prima metà del XII secolo, nel cimitero di Castelletto; possiede un caratteristico campanile, incorporato nella facciata, una nicchia affrescata sopra il portale principale e nell’interno affreschi del ‘400. Di fronte ad Assenza affiora l’Isolotto di Trimelone, una delle quattro piccole isole del Garda, con i resti di un forte scaligero. Nel X secolo furono erette qui delle fortificazioni in difesa delle invasioni degli Ungari; Barbarossa le distrusse nel 1158.

Brenzone24I° incontro: ore 8.00 al parcheggio del Supermercato Eurospin di Verona – Ponte Florio/Montorio

Ritrovo: ore 8.30 al casello autostradale di Affi (Vr)

Partenza: ore 10.00 da Castelletto di Brenzone (Vr)

Lunghezza: circa 7 km

Difficoltà: medio/facile

Tempo di percorrenza: ore 2,30 circa

Descrizione percorso: risalita verso Biaza, direzione Campo, discesa a Magugnano e ritorno a Castelletto di Brenzone lungolago.

Pranzo libero.

Per informazioni e costi:

Maria Daniela Trentini
349 4598108
Maestro della Scuola Italiana di Nordic Walking
Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,
associata A.P.O.S. e D.B.N.
Promoter Kv+ per Verona e Vicenza
daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
info@nordicwalkingtaoverona.it (e-
mail)
info@stretchingemozionale.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it

http://book.outdooritaly.it
Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking Tao®* (Facebook)
Outdoor Italy Books & Guides (Facebook)
Outdoor Italy Experience (Facebook)
Stretching Emozionale®“…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima… (Facebook)
tao-verona1_001

Riguardo a admin

Guarda anche

Corso Base di Nordic Walking per mamme e nonne!

Porta a scuola i tuoi bambini e impegna 2 ore per il tuo benessere. Propongo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *