News
Home / Diario / 8 ottobre – 17 ottobre 2021 *La Via Pagana a Compostela* – Nordic Walking “itinerante” su *Il Cammino dei Druidi sulle tracce dei Templari* Prolongación Xacobea a Fisterra e Muxía

8 ottobre – 17 ottobre 2021 *La Via Pagana a Compostela* – Nordic Walking “itinerante” su *Il Cammino dei Druidi sulle tracce dei Templari* Prolongación Xacobea a Fisterra e Muxía

Quando si decide di andare in cammino a Santiago de Compostela non c’è nulla da fare, solo partire…chi pensa di doversi in qualche modo preparare dovrà lasciare andare presto ogni forma di pensiero; ogni aspettativa sul “cammino” verrà immancabilmente disattesa, ogni logica rovesciata e, a chi sarà partito con il cuore aperto e leggero, accadranno cose “inaspettate”…”magiche”…”incredibili”…

Per chi verrà con me godrà di un cammino “essenziale”…più lo zaino sarà leggero e vuoto…più riusciremo a riempirlo di stupore e gioia!!!

Non chiedetemi un programma più dettagliato: questo è anche troppo per come intendo il cammino perchè non saremo noi a decidere ciò che accadrà…

“Buon cammino”

(Maria Daniela Trentini)

PROGRAMMA:

8 OTTOBRE – ARRIVO A SANTIAGO – trasferimento e pernottamento Casa Loncho, Olveiroa (pernottamento € 15,00 circa)

9 OTTOBRE – Olveiroa / Cee                                                          18 km

Olveiroa – Cee 18 km. Partenza ore 8,00. Arrivo previsto ore 15,00. Connessione alla pietra/memoria. Dopo un’ora di cammino circa si incontra sulla montagna un tratto lastricato di pietre verdi, tipo giada, dall’energia risanatrice: assorbono la stanchezzaSono pietre che assorbono la negatività. Sdraiarsi per terra sulle pietre verdi e chiedere ad alta voce la “DISATTIVAZIONE E DISTRUZIONE IMMEDIATA DI OGNI PROGRAMMA LIMITANTE E DI OGNI BLOCCO DEL RISVEGLIO FISICO MENTALE E SPIRITUALE”. Ripetere ad alta voce la richiesta 3 volte. Fase rituale morte degli attaccamenti/ego/giudizio. A Hospital, dove il cammino si divide tra Fisterra e Muxia, offrire tabacco alla concha con le due conchiglie opposte: ingresso nella dualità/manifestazione. Dopo mezz’ora circa, sul M.te das Buxantes, salire a piedi nudi sull’enorme pietra/balena che si incontra sulla dx e cantare offrendo tabacco alle memorie della vita. L’ultima ora di cammino, quando si vede l’oceano, è emozionante ma durissima. La discesa è ripida e le gambe stanche. Arrivo a Cee-Brens e sosta al delizioso Albergue O Bordòn, alla fine della discesa prima di entrare in paese. (Pernottamento:
€ 15,00 circa) Uso cucina. Bucato/doccia. Pedro, “mitico”, il titolare vi porta a fare la spesa in auto (il centro è lontano).

10 OTTOBRE – Cee / Finisterre                                                        14 km

Cee – Finisterre 14 km (tramonto). Partenza ore 9,00. Arrivo previsto ore 13,30. Sul cammino non c’è nulla da segnalare a parte la presenza costante dell’oceano e la connessione con la fine della terra. Durante il cammino si svelano segreti. E’ il giorno della verità. All’arrivo si festeggia il raggiungimento della meta. Autostima, orgoglio, condivisione. Scendere al porto per pranzare. Poi dirigersi al faro (2km) e fermarsi alla fontana a metà strada per offrire tabacco riso e sale in ringraziamento.

Tramonto Faro Finisterre.

Pernottamento: Albergue y pensión Finistellae
[Pernottamento:
€ 15,00 circa – Ostello – Stanze: € 30,00 (1), € 35,00 (2), € 50,00 (3), € 65,00 (4)]

C/Manuel Lago Pais nº 7 – 15155 – Finisterre (A Coruña) · Teléfono: 637 821 296 .
E-mail: reservas@finistellae.com

11 OTTOBRE – Finisterre / Ermita de San Guillermo / Faro / Finisterre                   10 km

Finisterre (alba)

Mattino presto alzarsi per raggiungere l’Ara Solis, oggi conosciuta come “Ermita de San Guillermo”, per salutare il sole che sorge nella parte orientale della penisola. Onorare l’est all’estremo ovest. Congiunzione di opposti. Cerimonia di saluti alle 7 direzioni. L’Ara Solis si raggiunge incamminandosi lungo la strada che porta al faro. Seguire la freccia girando a dx verso la montagna e salire lungo il sentiero principale fino a destinazione. Durata del cammino 1+1h. Ritorno al porto e colazione al Café La Frontera: si celebra amicizia, incontro di popoli e condivisione.

Oggi ammireremo il tramonto dalla “Praia da fora”, orientata perfettamente ad ovest: si trova fuori nella parte occidentale della penisola: è indicata da una freccia vicino all’Albergue Ancora.

Bagno/purificazione nell’oceano alla “Praia da fora”. In autunno il sole tramonta alle ore 20,00 circa.

12 OTTOBRE – Finisterre / Lires                                                       14 km

Finisterre – Lires 14 km. Partenza dopo colazione. Arrivo previsto in serata. Sosta alla Praia Do Rostro (è di strada) e cerimonia al vento. Libertà. Mezzo del cammino e inizio della fase di ritorno. A Lires sosta all’Albergue As Eiras (in cima al paese). Pasto: zuppa calda, insalata, calamari fritti e birra € 10,00 (circa). Nel pomeriggio passeggiata (40’ circa) alla Praia de Lires dove il Rio Castro sfocia nell’oceano. E’ un punto energetico forte. Celebrare cerimonia di connessione acqua dolce e salata. Offerte al mare. Se piove farlo all’indomani mattina prima di partire.

Pernottamento a Lires, Albergue As Eiras. Letti in camerata.
(Pernottamento € 15,00 circa) Prenotazione gratuita tel +34 981748180, www.ruralaseiras.com
Stanze: € 60,00 (2)

Cerimonia di incontro delle 2 acque alla foce del Rio Castro. Per arrivarci scendere verso la riva del fiume e portarsi alla sua sx verso Fisterra (cimitero). Camminare circa 40’ fino all’ingresso del fiume nel mare. Il Rio Castro taglia a metà il tratto Fisterra-Muxia come una tau.

13 OTTOBRE – Lires / Muxia                                                              14 km

Lires – Muxia 14 km (tramonto). Partenza per Muxìa. Arrivo previsto ore 16,00. Lungo il cammino c’è molto legno macerato per terra: inizio tratto rosso – rubedo – macerazione, humus. Al cruxeiro templare, dopo 1h 30’ di cammino circa, fermarsi a bere l’acqua della sorgente e offrire tabacco. Arrivo Albergue Bela Muxìa in fondo al paese. Bucato/doccia. Uso cucina. Tramonto a la Pedra de Abalar, antico luogo di culto celtico sul promontorio del M.te Corpiño in riva al mare. La Pedra de Abalar è un monolito orizzontale molto particolare che poggia su “3 zampe”. Viene venerato dal III millennio a.C. Si celebravano riti iniziatici di passaggio e guarigioni. Era considerata una manifestazione del Divino.

Pernottamento a Muxìa, Albergue Bela Muxìa. Letti in camerata.
(Pernottamento € 15,00 circa).
Stanze: € 55,00 (2)
Prenotazione gratuita tel +34 687798222, mail: albergue@belamuxia.com

14 OTTOBRE – Muxia / Santa Maria de Moraime / Muxia                     10 km

Muxia (alba)

Cerimonia di ringraziamento al Mirador del M.te Corpiño, estesa area cerimoniale di monoliti (identici alle tor di Cornovaglia) che presenta costruzioni circolari fatte di pietre assemblate a secco identiche alle case-barca dell’Isola di Pasqua. Percorrere tutta l’area in salita e fermarsi in cima per preghiera e connessione.

Da Bela Muxìa scendere in direzione del porto proseguire sulla strada principale verso Moraime. Dopo circa un’ora sosta a S.ta Maria de Moraime, presso la chiesa romanica. Sedersi sullo scalino sotto il timpano della porta nord e meditare sulle sculture dei 7 saggi con bambino che rappresentano le 7 Pleiadi e il sole nascente. Collegarsi alla terza fase alchemica: albedo/alba/sole nascente. Offrire tabacco alla porta. Per raggiungerla scendere al cruxeiro accanto alla chiesa. Il sito è unico per la presenza di 3 cruxeiros vicini.


Rientro e pernottamento a Muxìa, Albergue Bela Muxìa.
Letti in camerata. (Pernottamento € 15,00 circa).
Prenotazione gratuita tel +34 687798222, mail: albergue@belamuxia.com

15 OTTOBRE – MuxiA / Santiago de Compostela – Partenza in pullman ore 6.45.
A Santiago recarsi alla fontana delle 4 direzioni” per ringraziare e offrire tabacco all’acqua. Bagnare i piedi e buttare via le scarpe.
Pernottamento a Santiago de Compostela c/o Hospedería San Martín Pinario, Plaza de la Inmaculada 3, un monastero del XVI secolo, situato nel cuore di Santiago, faccia a faccia con la Cattedrale. Solo pochi passi ci separano dalla Plaza del Obradoiro. Stare nel monastero non significa avvicinarsi alla storia della Galizia … è come dormire nella sua storia.
(€ ? doppia)

 

Messa del Pellegrino e visita alla Cattedrale di Santiago de Compostela.

16 OTTOBRE – Santiago de  Compostela – visita città e musei (se possibile).

L’ombra del pellegrino: la leggenda più romantica di Santiago.

L’ombra del pellegrino è una strana figura che ogni sera, al calar della notte, si staglia contro il muro della cattedrale di Santiago di Compostela in piazza de la Quintana. La figura assomiglia decisamente al profilo di un pellegrino incappucciato da qui dunque il nome, evocativo e romantico.

Secondo alcuni questa figura che si staglia sulla parete della Cattedrale di Santiago di Compostela è dovuta ad un progetto architettonico, voluto e ben studiato. Secondo altri si tratta invece di un semplice caso del destino dovuto ad una progettazione o ad una costruzione che ha casualmente originato questo effetto. Sia come sia da sempre l’ombra del pellegrino di Santiago di Compostela è oggetto di leggende che si tramandano di generazione in generazione, spesso mutando e modificando storie, date e particolari.

Per questo motivo probabilmente ti capiterà di ascoltare versioni differenti della leggenda dell’ombra del pellegrino Santiago, ma procediamo per ordine.

La leggenda degli amanti…

La notte è fatta per sognare, la notte è fatta per amare. Ecco allora che la storia di un’ombra che si materializza solo nottetempo diventa la ricostruzione leggendaria di un amore proibito.

In questo caso l’amore proibito è quello tra un ecclesiastico (molte persone sostengono si tratti di un prete) e di una suora. Durante le quotidiane passeggiate di preghiera i due si sarebbero innamorati perdutamente, decidendo ad un certo punto di concretizzare il loro amore con una fuga proibita.

I due si sarebbero dati appuntamento da li a poco per scappare insieme nottetempo, tuttavia la leggenda narra che le superiori della suora avrebbero scoperto le intenzioni dei due e inviato la suora in un convento lontano, dal quale non avrebbe mai più fatto ritorno nella città di Santiago di Compostela.

Secondo la leggenda ogni notte l’ombra del pellegrino appare sul muro della Cattedrale di Santiago, in piazza della Quintana, per attendere la sua amata. Chissà se un giorno, anzi una notte, si incontreranno…

La leggenda del brigante…

Se la leggenda dell’ombra del pellegrino con protagonisti i due innamorati è adatta per essere raccontata in una romantica sera trascorsa per le strade del centro storico di Santiago di Compostela magari in dolce compagnia, questa leggenda è più adatta ad una serata tetra e piovosa, magari la sera di Halloween.

Questa storia riguarda un nobile francese, tale Leonard du Revenan, costretto a camminare fino a Santiago di Compostela in penitenza per il delitto del padre. Il nobile per altro, non pago di aver ucciso il padre, durante il cammino verso Santiago uccise altre due persone.

Al suo arrivo a Santiago Du Revenan non riuscì a trovare nessun posto dove dormire, al punto da essere costretto a dormire vicino ai muri della Cattedrale di Santiago di Compostela. Durante un sonno particolarmente agitato gli comparve in sogno il padre, che lo perdonò per il suo assassinio ma gli impose, come penitenza, di attendere l’arrivo delle anime dei due uomini che aveva ucciso arrivando a Santiago. Possiamo immaginare com’è finita: le due anime non arrivarono mai e l’ombra del nobile omicida è ancora li ad attenderli.

https://www.camminodisantiago.info

17 OTTOBRE  RIENTRO IN ITALIA.

In attesa della partenza è consigliata la lettura di: “La Via Pagana a Compostela” scritto dalla sorella #Devana e Rafael Lema Mouzo, edito da #AnguanaEdizioni…per noi ancora una volta, la sesta?, sulla più antica via verso il Finisterre di Galizia…anche chi non conosce la storia “vera” qui può respirare ancora la magia druidica che ha impregnato questi siti per millenni…

Che io possa divenire terra,
che io possa divenire cielo,
che io possa divenire la montagna,
che io possa divenire il mare,
che io possa divenire Sole,
che io possa divenire Luna,
che io possa divenire Nuvola,
che io possa divenire Stella,
che io possa crescere
allargando e allungando il mio corpo,
fino a disperdermi nel Vuoto dell’Infinito.

(Preghiera sciamanica)

Per informazioni dettagliate:

Maria Daniela 349 4598108

daniela.trentini@tiscali.it

Formatrice Sportiva Nazionale AICS di Nordic Walking

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

MASTER IN “ALIMENTAZIONE DI SEGNALE DIETA-GIFT”

Maestra Formatrice in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.
Operatrice Reiki II Livello.

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.nordicwalkingtaoverona.it

www.stretchingemozionale.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
Stretching Emozionale®“…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima… (Verona) (Facebook)
*nordic walking tao *… oltre il nordic walking…verso l’infinito… (Verona) (Facebook)

ISCRIZIONI ENTRO E NON OLTRE IL 1° LUGLIO 2021.

OPERATIVITA’ VOLI:

Santiago Comp. VOLO FR4578

Milano (Bergamo) – Santiago Comp.

08/10/2021

Partenza – 18:45

Arrivo – 21:20

(BGY) – (SCQ)

Milano (Bergamo) VOLO FR4579

Santiago Comp. – Milano (Bergamo)

17/10/2021

Partenza – 13.30

Arrivo – 15:55

(SCQ) – (BGY)

NOTE:

L’evento (come pure i corsi base di nordic walking e le uscite di allenamento/perfezionamento), è riservato ai soci dell’Associazione Nordic Walking Tao® che abbiano frequentato almeno un primo Corso Base di Nordic Walking e siano in regola con l’iscrizione all’associazione valida per il periodo 2021/2022 che avrà estensione assicurativa integrativa avente queste caratteristiche:

  • diaria da ricovero € 10,00 -. massimo risarcimento 30 giorni
    franchigia 5 giorni;
  • rimborso spese mediche – massimo € 3.000,00 e franchigia € 150,00.

Non prevede la diaria da gessatura in quanto già compresa nella polizza base con un rimborso fisso di
€ 200,00 per tutte le fratture radiologicamente accertate i cui postumi ricadono nella franchigia del 7%.

Nordic Walking TAO® (marchio registrato) riceve supporto a livello associazionistico, assicurativo ed organizzativo da Nordic Walking Montegrappa Asd, associazione sportiva di riferimento nazionale per il nordic walking.


Tutti i formatori sportivi, i preparatori, gli istruttori di I e II Livello che collaborano con l’ Asd Nordic Walking Montegrappa sono regolarmente iscritti all’albo nazionale di nordic walking, riconosciuto dal C.O.N.I., pertanto abilitati ad operare sul territorio.

COSA METTERE NELLO ZAINO?

ZainoSantiagoFlora

Abbigliamento e attrezzatura:

  • due paia di canotte in tessuto tecnico (una indosso e una di riserva)
  • due magliette t-shirt in tessuto tecnico (una indosso e una di riserva)
  • tre/due paia di mutande in fibra o cotone (una indosso e uno di riserva)
  • tre/due paia di calzini tecnici antivesciche di media pesantezza (un paio ai piedi e uno di riserva)
  • due fazzoletti/fazzoletti di carta (uno in tasca e uno di riserva)
  • due paia di pantaloni tecnici (uno indosso e uno di riserva…ho usato sempre e solo il pantalone con il quale sono partita)
    (Eventualmente scieglierne magari un paio di leggeri che si possono anche trasformare in pantaloni corti e un paio un po’ più pesanti.)
  • un maglioncino in “pile” non troppo pesante
  • una tuta di cotone leggerissima che serve sia per i momenti di relax, sia come pigiama ed eventualmente anche come ulteriore giacchino da mettere sopra o sotto il maglioncino in pile. (Personalmente utilizzo un completo intimo tecnico lungo che può andare bene per ogni necessità)
  • un cappello per il sole … meglio a larghe falde perchè protegge di più
  • un paio di scarpe leggere di riserva da usare nei momenti di relax … qualcuno usa dei sandali da trekking sia in alternativa alle scarpe da cammino e/o per andare anche in doccia …(Personalmente non utilizzo mai scarpe di riserva).
  • un poncho o una mantellina per la pioggia (uso il poncho)
    Quando piove è un disastro … le mantelline tengono fuori l’acqua, ma non fanno traspirare e dopo mezz’ora si è bagnati tanto dentro dal sudore, che fuori dalla pioggia … le gocce di pioggia poi che scivolano lungo la mantella, vanno immancabilmente a finire dentro le scarpe … per cui alla fine il risultato è abbastanza disagevole. In questi casi un paio di ghette copri scarpe o magari un copri pantaloni che si aggancia alle scarpe.
  • una borraccia … (anche due. Non pesano molto … da vuote, ma  l’acqua è FONDAMENTALE)
  • Racchette (i bastoncini da nordic walking) da trekking…personalmente ho trovato i bastoncini, molto, ma molto utili. Per quanto riguarda i bastoncini chi non l’avesse già effettuato preveda 1 imbarco perché non li faranno passare come bagaglio a mano; si potrà agganciare i bastoncini ad uno zaino ed imbarcarlo oppure imbarcare un trolley dove possono essere contenuti.
  • Sacco a pelo – INDISPENSABILE! E’ sempre consigliato dormire nel vostro sacco letto.

Accessori

  • necessario per la toilette personale (spazzolino, dentifricio, rasoio, pettine ecc.). Come sapone è meglio usare il sapone di marsiglia che va bene anche per il bucato; basta una saponetta piccola perchè quando è finita, si può acquistare in qualche negozietto lungo il cammino.

Mini “pronto soccorso” con:
– ago e filo per le vesciche.
– betadine per disinfettare e cicatrizzare le ferite.
– salviettine disinfettanti.
– garze.
– cerotti.
– un tubetto di Voltaren per gli acciacchi vari (spalle, muscoli, articolazioni ecc.) PERSONALMENTE USO SOLO ARNICA!!! IN POMATA E IN GRANULI!!!
– un panno in microfibra come asciugamano sia per la doccia che per le normali pulizie. Una torcia elettrica (lampada frontale)
– 5 mollettine da bucato (MAI USATE, MEGLIO DELLE SPILLE DA BALIA) e una cordicella da 5/6 metri … che tornerà utile in molte occasioni.

Da aggiungere poi:
– crema di protezione solare almeno per i primi giorni,
– occhiali da sole
– un rotolo di carta igienica (torna sempre utile prima o poi …)
– due/tre pacchettini di fazzoletti di carta
– un libro .. che fa sempre buona compagnia (se non pesa troppo …) PESA TROPPO E NON AVREMO TEMPO DI LEGGERE, troppo da contemplare!!!

Inoltre da non dimenticare:

  • carta d’identità
  • carica batterie per il telefono cellulare
  • carica batterie per la macchina fotografica o batterie di riserva.

Riguardo a Nordic Walking Staff

Nordic Walking Staff
Il Nordic Walking è una tecnica che oltre ad insegnare a godere e riscoprire la natura, dato che si pratica all’aria aperta, fa bene al cuore e alla circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. E’ un modo facile, poco costoso e divertente di gustare uno stile di vita sano ed attivo.

Guarda anche

Programma Corsi Base di Nordic Walking – Nordic Walking Tao®- e allenamenti per i mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre…

Anche per questo nuovo anno di affiliazione (2021/2022) possiamo praticare il nostro sport ed i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *